Seleziona una pagina

Le malattie dei cani preoccupano sempre enormemente il proprietario che non sempre è in grado di riconoscerlo all’istante. La malattia è considerata come la deviazione di uno stato di salute normale.

Ma cos’è lo stato di salute normale? Dove finisce questo e inizia le malattie dei cani ?

malattie dei cani

Si ha lo stato di salute finchè le manifestazioni vitali dell’organismo si mantengono entro limiti ben determinati e costanti. Quando questo equilibrio cambia, abbiamo la malattia. Quando conosciamo la natura, le abitudini del cane ci si rende presto conto del suo stato di salute. A volte si può vedere il cane più malinconico, più svogliato nei movimenti, sonnolento, senza appetito.

Le malattie dei cani si dividono in due gruppi: quelle locali e quelle generali.

Le prime sono localizzate ad una parte del corpo, le seconde si diffondono in tutto l’organismo. Il cane in salute è vivace, ha l’occhio vico, brillante , la congiuntiva rosea, il movimento è pronto e reattivo, la testa e la coda è portata alta, la pelle è elastica, il pelo lucente, buon appetito e deiezioni di una buona consistenza. La bocca è rosea, il naso è fresco ed umido

Gli atteggiamenti del cane malato

Per valutare le malattie dei cani occorre osservarlo in stazione eretta o in piedi e bisogna vedere molto attentamente le diverse parti, testa, collo , tronco, coda ed arti. Soprattutto nel caso di una zoppia, il cane tenderà a risparmiare l’arto dolorante caricando anche da fermo il peso sull’altro.

Altro segnale fisico evidente di dolore è la presenza di otite che il cane manifesta spostando la testa da un lato, abbassando l’orecchio e spesso grattandosi e scrollandosi. Soprattutto nelle femmine quando è presente una cistite, ed in ogni caso in tutti quei casi di dolore addominale, il dorso è curvo e la schiena forma un arco ben visibile.

Anche l’atteggiamento della coda nel cane può rilevare uno stato di salute non buono. Come abbiamo imparato dal linguaggio non verbale, la coda del cane è l’espressione più immediata del suo stato d’animo e fisico, se portata bassa o in mezzo alle gambe, è sicuramente un segnale di disagio molto forte.

Il cane molto ammalato di solito perde l appetito, non mangia, non abbaia.

Come si ammala il cane?

malattie dei cani

La resistenza dell’organismo del cane alle malattie è molto diversa da soggetto a soggetto anche a seconda della razza e dell’età. Perchè le malattie dei cani si sviluppino, i ogni caso, occorrono due condizioni:

La presenza di fattori in grado di provocare una malattia

La predisposizione individuale

La predisposizione può essere ereditaria o acquisita, la prima si trasmette dai genitori alla prole, la seconda si trasmette durante la vita del cane sotto l ‘influenza di varie cause o per l’indebolimento dell’organismo.

Come si riconosce le malattie dei cani ?

Come abbiamo detto prima, i primi segnali che ci possono indurre a pensare che il cane che abbiamo in custodia sia malato, sono quelli comportamentali e che il cane ci segnala attraverso il linguaggio non verbale e posturale.

Il significato della febbre

La febbre non è di per se una malattia come comunemente si crede, ma un alterazione generale che ha un ruolo funzionale. La febbre nel cane può iniziare con dei brividi di freddo, attraverso i quali il corpo riscalda la propria temperatura portandola oltre al proprio grado corporeo La superficie corporea dell’animale quindi diventa calda, le mucose rosse , il respiro accellerato. Nei cani che hanno una temperatura rettale normalmente compresa fra i 38 e 39 gradi, si dice febbre quando questa temperatura misurata supera questo valore. A livello comportamentale, il cane si mostra abbattuto e sonnolento e non vuole muoversi.

Una delle malattie del cane delle quali sentiamo spesso parlare è la Leishmaniosi. Vediamo cos’è, come evitarla e come curarla in questo video.

 

Vuoi insegnare al tuo cane come tornare da te ? Ricevi subito i nostri 4 Video gratuiti sul RICHIAMO !

richiamo

Facebook Comments
Share This