Seleziona una pagina

I cani, proprio come noi esseri umani, sono dotati di tutti i cinque sensi che li mettono in relazione con il mondo aiutandoli ad interpretare i segnali esterni e nello stesso tempo a comunicare.

L’importanza e la rilevanza dei sensi non è esattamente uguale fra uomo e cane, vediamo nel dettaglio come si caratterizzano i sensi del cane.

Il tatto:
è molto sviluppato sin dalla nascita soprattutto a livello del muso che  consente al cucciolo di entrare in contatto con la madre, di ricercarla e attaccarsi alla mammella pochi minuti dopo la nascita.
Il gusto:
anche lui già sviluppato alla nascita, ma è molto meno importante nel cane che per noi, i cani rilevano i sapori ma in maniera meno intensa e netta.
L’olfatto:
assente alla nascita, si sviluppa a partire dalla prima settimana e diventerà l’elemento che lo contraddistinguerà fra tutti gli altri animali domestici. Il cane infatti svilupperà una capacità olfattiva decine di volte superiore all’uomo.
Il tartufo del cane è formato da particolari circonvoluzioni che hanno la funzione di deviare e portare l’aria e gli odori nelle cavità nasali. Qui l’aria verrà aspirata e analizzata da una particolare mucosa molto sensibile e piena di milioni di recettori in grado di trasformare gli stimoli in chiari segnali.

Quello che la rende speciale sono varie funzioni aggiuntive,  è un eccezionale organo di senso soprattutto in senso termico, dinamico e tattile .
La vista:
il cucciolo alla nascita è cieco durante tutto il periodo neonatale. Le palpebre sono chiuse anche se presentano il riflesso di contrazione se si toccano. Dopo 15 giorni dalla nascita, si apre il periodo di transizione, una settimana molto importante poiche si aprono gli occhi e le orecchie.
Per la disposizione degli occhi, dobbiamo evidenziare una differenza sostanziale rispetto all’uomo. Il cane, infatti,  ha una visione periferica superiore a quella dell’uomo di 90°, e una visione binoculare inferiore di 20°. Vede bene nell’oscurità, essenso un predatore notturno, e la sua percezione dei movimenti è dieci volte superiore a quella dell’uomo.

Per quanto riguarda i colori, la percezione è diversa dalla nostra, vedono bene alcuni colori ed altri risultano solo sulla tonalità del grigio.
L’udito:
il cucciolo è sordo alla nascita e infatti potrete notare che la madre non emette nessun suono per comunicare con i piccoli . Nella cosiddetta settimana di transizione, quindi dal 15 esimo giorno in poi, assieme all’apertura degli occhi, avviene anche quella delle orecchie. In questa fase dobbiamo stare attenti ai rumori troppo forti perchè il sistema nervoso centrale del cane non è ancora del tutto formato.

Da adulto il nostro cane avrà la capacita di percepire frequenze da 10 50000 hertz. L’uomo invece non arriva oltre i 20000 hertz.

Share This